Riot Matrix

[Pagina in costruzione a cura di Cultura Binaria & gruppo informatica]

Alcuni membri della rete della Foresta hanno deciso di usare Riot come servizio di messaggistica istantanea per comunicare online, sia dallo smartphone che dal computer.

In questa pagina trovate delle informazioni sul perché di questa scelta, su come funziona Riot, e, per chi fosse interessato, su come installarlo e usarlo (non preoccupatevi: non è complicato!).

Potete scrollare la pagina, oppure andare direttamente alle sezioni che vi interessando cliccando qui sotto.

1. Che cos’è Riot?

2. Funzioni generali di Riot

3. Come installare Riot

4. Come creare un account

5. Comunicare

6. La comunità della Foresta su Riot

6.1 Lista delle rooms

7. Gestire le opzioni

8. Per approfondire

9. Errori noti / caratteristiche mancanti

1. Che Cos’è Riot?

Riot è una delle interfacce alla rete distribuita Matrix.

E’ un software (o una app, se volete) pensato sia per essere usato come chat sia per permettere l’organizzazione del lavoro tra persone e gruppi di persone (per fare degli esempi più conosciuti: per funzionalità, è simile a Whatsapp e a Slack.)

Matrix si ispira sia ai paradigmi delle tradizionali chat IRC (Internet Relay Chat), che esistono fin dai primi anni di internet, sia ai più moderni protocolli di messaggistica istantanea, sia infine ai paradigmi di sicurezza basati sulla crittazione (= offuscamento) del contenuto della comunicazione e delle informazioni relative ai comunicanti (qui potete leggere di più sulle caratteristiche di ciascun paradigma.)

Riot è diponibile in inglese e in diverse altre lingue, tra cui francese, tedesco e spagnolo. Per non c’è la versione italiana (ma possiamo pensare di farla noi, visto che è un progetto collaborativo :-)) Per chi non mastica nessuna di queste lingue, niente paura: l’interefaccia grafica è abbastanza intuitiva e si può imparare anche solo per immagini.

Dietro Riot c’è una comunità di persone che si occupa di farlo funzionare e di migliorarlo. Questo significa anche che, rispetto a prodotti più commerciali, qualche volta ci possono essere dei “bug” (cioè degli errori nel codice che fa funzionare la app.) Qui c’è un elenco di quelli conosciuti e ancora non risolti, che forse noterete anche voi. Speriamo che un giorno qualcuno li aggiusti, oppure impariamo a contribuire e aggiustiamoli noi 🙂

2. Funzioni Generali Di Riot

Riot si può usare per:

  •  comunicazioni uno ad uno (compresi messaggi vocali)
  • comunicazioni in gruppo (in stanze o room), a cui si può assegnare un nome
  • comunicazioni in una community (cioè un mega gruppo fatto da più stanze)
  • fare chiamate e videochiamate
  • condividere e trasferire file (foto, musica, video ..)
  • integrarlo con altri servizi di messaggistica (IRC, Slack, Gitter, Telegram… ) o lavoro condiviso (Google Docs, Etherpad… )

3. Come Installare Riot

Innanzitutto bisogna scaricarlo*: seguite i link!

Sullo smartphone: se avete un Android, potete scaricare Riot dal Google Play Store cercando “Riot matrix” (immagine qui a sinistra.)

Come alternativa al Google Play Store su Android, potete usare F-droid, l’app store per progetti free-software e open-source.

Se avete un iPhone (o un iPAD), potete scaricare Riot dall’Apple Store.

Sul computer (quindi MacOS, Windows (da 7 in su) e le varie distribuzioni di GNU/Linux): trovate tutto su questa pagina sul sito di Riot.

 

*In realtà, Riot si può usare anche senza scaricarlo, direttamente dal browser (Firefox, Chrome, Safari, eccetera.)

4. Come Creare un Account

Una volta scaricato Riot, dovrete registrarvi, creando un utente e una password.

Anche se è opzionale, consigliamo di associare un indirizzo e-mail per poter recuperare la password in caso la perdiate.

È possibile associare anche un numero di telefono: questo avvicina l’esperienza di Riot a quella di Whatsapp, e rende più semplice l’integrazione con i vostri contatti del telefono. L’associazione di un numero di telefono riduce però il vostro anonimato.

Il “Matrix ID”

Con lo username, verrà creato il vostro identificativo (ID) nella rete Matrix, formato dalla sequenza
@ + username + due punti + nome del server. Per esempio:

Pensate di usare questo identificativo nello stesso modo in cui usate il vostro indirizzo e-mail, oppure il vostro nome su Skype. Per trovarvi su Riot (e voi per trovare loro) le altre persone dovranno digitare il vostro Matrix ID completo (un po’ come vi mandano una mail digitando il vostro indirizzo mail.)

Potrete poi cambiare quante volte volete il nome visualizzato con cui sarete visti dagli altri contatti, senza che il Matrix ID si modifichi.

5. Comunicare

L’interfaccia grafica di Riot è abbastanza intuitiva, con simboli piuttosto riconoscibili come il “più” dentro un tondo per creare una nuova conversazione, un omino o più omini per indicare conversazioni singole o di gruppo, la ruota dentata per le impostazioni, eccetera.

Di seguito una guida minima e speriamo utile. Se non sapete come fare qualcosa, non abbiate timore a chiedere di persona ad un utente più esperto e a sperimentare. E ricordate: “don’t be afraid to break things” 🙂

Una volta registrati, vi troverete sulla pagina principale di Riot:

 

I simboli in basso vi indicano dove vi trovate. Qui siete nella pagina principale, che ha il simbolo della casetta.

Conversazioni singole

Per comunicare con una persona basta cliccare sull’icona “Start a chat”, di solito rappresentata dall’icona con una sola persona. Ecco più o meno come questo appare nella versione desktop:

Sullo smartphone, invece, si usa il simbolo “+” da qualsiasi schermata in voi siate. Da lì, si seleziona “Start a chat”.

Se siete in difficoltà, seguite questo video!

Conversazioni in una room

Sia sul desktop che sullo smartphone si può creare una nuova room cliccando l’icona “+”:

Per invitare qualcuno in una room, sul desktop cercate il tasto “Invite to this room” in basso a destra: dovrete poi inserire l’ID della persona che volete invitare (ricordate di scriverlo tutto intero, compresa la chiocciola davanti!)

La comunità della Foresta su Riot

Oltre a chattare con una persona individuale e chattare in una stanza con più persone, su Riot si può comunicare all’interno di Communities, che sono insiemi di stanze. Per vedere a quali Communities siete iscritti, nella pagina principale cliccate sul simbolo in basso a destra che rappresenta varie persone.

Cliccando sulla Community “La Foresta”, apparirà una barra con tre opzioni: Home, People, Rooms.

Lo spazio in cui vi trovate viene sottolineato (in questo caso siete nella ‘Home’.

Cliccando su ‘People’ potete vedere la lista di persone presenti nella Community ‘La Foresta’.

Cliccando su ‘Rooms’ si visualizza la lista delle stanze che sono dentro alla Community. Al momento, ogni stanza rappresenta un gruppo di lavoro, o viene create per argomenti/eventi specifici.

Al momento, per poter accedere ad una stanza bisogna essere invitati da chi l’ha creata. Questo è fastidioso, ma è l’unico modo per evitare che i bot (programmi automatici) si inseriscano e inviino spam (messaggi spazzatura) nelle stanze. Dovete quindi chiedere ai membri di una Room che hanno il ruolo di Amministratori di aggiungervi alla stanza che vi interessa.

Quando siete all’interno di una stanza, potete vederne i dettagli cliccando sul nome della Room:

Cliccando nuovamente sul nome della stanza o sulla riga sottostante che indica i membri attivi,

accedete alla Room Details, da cui potete vedere i membri della stanza (Members),

i files che sono stati condivisi nella stanza (Files),

e le impostazioni generali (Settings)

E’ possibile invitare una nuova persona in una stanza, cliccando sul micro pulsante a fianco al numero di membri della stanza.

Oppure dalla Room Details > Members, cliccando sul pulsante rotondo che indica un “+”

e selezionare un utente tra i vostri contatti del cellulare o tra i vostri contatti di Riot Matrix. Se invitate un vostro contatto che non ha un account Riot Matrix, riceverà un’email di invito.

6.1 Lista delle stanze

Ecco tutte le stanze che fanno parte della comunità della Foresta: (questa lista è in costante aggiornamento)
– All Tomorrow’s Parties
– CSV/Intrecci
– Co-design costruzione
– Comune e Centostazioni
– Comunicazione Visiva
– Gruppo IT – the interesting nerds
– Gruppo redazione
– La Foresta
– Presenza Online
– Residenze d’artista
– Ricognizione di altri spazi
– Servizio Civile
– Social Challenge Hans Sauer
– prova dei permessi

7. Gestire le opzioni

Impostazioni generali

Cliccando sull’ingranaggio in alto a sinistra, vi troverete in “Settings” (=Impostazioni)…

… Da cui potrete cambiare diverse opzioni, come il vostro nome, la password, le notifiche ai messaggi, etc.

Per tornare alla pagina principale, cliccate sulla freccia in alto a sinistra.

Gestire i permessi e le impostazioni della room

[todo]

Gestire le integrazioni

[todo]

Gestire stanze, comunità e inviti.

[todo]

Fondamentali su IOS

Qui trovate alcuni screenshots che mostrano come usare Riot Matrix su IOS.

8. Per approfondire

Cosa fanno i paradigmi delle chat classiche

+ comunicazione per “room” o stanze, come le comunicazioni di gruppo a cui si associa un titolo indicante il topic
+ comunicazioni 1-1
+ chat pubbliche
+ chat private

Cosa fanno i paradigmi di messaggistica instantanea

+ comunicazione quasi real-time
+ trasferimento di file
+ videochiamate
+ servizi social network (es: status)

A cosa servono i paradigmi i paradigmi di crittazione

A proteggere:
+ il contenuto delle comunicazioni
+ le informazioni dei comunicanti (es. chi, dove, quando, quanto spesso etc)

9. Errori noti / caratteristiche mancanti

  • I contatti risultano sempre offline anche se sono online (questo è un bug noto e aperto da tempo)
  • Non è al momento possibile trasferire i privilegi di amministratore ad altri per una community (ci stanno lavorando su)
  • Quando si cerca un contatto tramite ID, non c’è l’autocompletamento, come invece avviene per le altre reti (es. quando cercate un contatto non vi vengono elencati quelli integrati con altre applicazioni come Slack, Gitter, Github, mail ..) (questa è una cosa che hanno chiesto in tanto e che forse prima o poi sarà sviluppata.)