Valori

“La Foresta – Accademia di comunità” è un progetto che crea contesti in cui si impara a fare comunità e si promuove la cittadinanza attiva attraverso il fare in comune, il sostegno reciproco e la presa di coscienza nei confronti di temi di attualità, così come la diffusione delle pratiche di sostenibilità ambientale, sociale, culturale ed economica.
Il progetto è un bene intellettuale di fruizione collettiva ed inclusiva, nessuno se ne può appropriare, nemmeno pro-tempore. La comunità che anima La Foresta favorisce le condizioni affinché si possa disporre dei beni comuni, decidere insieme come usufruirne, condividendo competenze ed esperienze.
L’agire della Foresta si fonda su 16 valori, condivisi da coloro che la abitano, utilizzando questo documento come riferimento solido e fondamentale da seguire per lo sviluppo e la crescita della stessa.

Sostenibilità
La Foresta crede nel concetto di sostenibilità sociale, economica, culturale e ambientale, nella sua accezione più ampia, impegnandosi a pensare in modo circolare. L’ottica circolare infatti permette di capire l’interdipendenza di ogni sistema che ci circonda e ne promuove la capacità di rispondere alle domande di benessere, utilizzando risorse esistenti, senza compromettere le generazioni future. Gli spazi, le attività e le dinamiche della Foresta sono basati su questo principio, incoraggiando una consapevolezza nell’agire sano, prospero e responsabile.

Ambientalismo
La Foresta pone particolare attenzione alla questione ambientale nella gestione dei suoi spazi e delle sue attività e cerca di ridurre il suo impatto sull’ecosistema. Si impegna a mettere in pratica una modalità di lavoro che rispetti l’ambiente, incoraggiando una presa di coscienza del concetto di natura come facente parte della propria cultura. Promuove un rapporto rispettoso tra uomo e natura, sostenendo scelte basate sull’attenzione ai suoi cicli, nella consapevolezza che ogni azione è strettamente collegata al sistema vitale che la circonda.

Rispetto
La Foresta si impegna a rispettare ogni persona nelle sue scelte e condizioni di vita, opinioni, idee e convinzioni, così come la diversità di etnie, genere, religione e culture. Il rispetto, sia questo tra umani (singoli cittadini e organizzazioni) e tra umano ed ecosistema, costituisce il pilastro fondamentale di ogni forma di rapporto e dinamiche nella Foresta.

Riflessività
La Foresta incoraggia la riflessività come un approccio trasversale che può essere impiegato in diverse modalità e in ogni contesto, nel rispetto dei tempi di ognuno, nella convinzione che agire responsabilmente significa darsi e prendersi il tempo per conoscere e comprendere lo stato delle cose. A tal riguardo, La Foresta sostiene la condivisione dei saperi di ciascuno attraverso la discussione, il confronto e l’approfondimento, per lo sviluppo di una conoscenza condivisa, patrimonio di coloro
che la abitano.

Resilienza
La Foresta riconosce la resilienza come la capacità di rispondere alle situazioni avverse trasformandole in opportunità. Si incoraggia la resilienza come un principio che unisce, sostiene e permette l’adattamento di chi la vive e delle attività nei momenti di difficoltà, promuovendo la flessibilità come mezzo atto al raggiungimento del fine comune.

Fiducia
La Foresta promuove attivamente un processo di costruzione dell’affidabilità reciproca, condivisione delle responsabilità e valorizzazione delle peculiarità e delle loro abilità di coloro che la abitano. Si impegna a incoraggiare un clima di fiducia come qualcosa da costruire, curare e mantenere quotidianamente.

Empatia
La Foresta sostiene un approccio empatico nelle relazioni con l’altro come attitudine fondamentale per costruire una comunità coesa, rispettosa e solidale. Coloro che la abitano si impegnano ad essere attenti ai bisogni espressi ed inespressi e a situazioni di disagio di chi l’attraversa, anche in un’ottica di prevenzione.

Inclusività
Nella convinzione che La Foresta debba essere un spazio di tutti, fruibile da chiunque, essa si impegna, nel suo governo, nello sviluppo di azioni e di politiche inclusive ed accessibili, rivolte ad ogni forma di diversità umana, sociale e culturale. La Foresta promuove l’inclusività verso ogni apporto che, a prescindere dalla provenienza, possa migliorare il proprio agire, valorizzando il contributo di ognuno.

Partecipazione
La Foresta opera in una logica di partecipazione e co-gestione. Nasce come un luogo partecipativo e di comunità in cui chi la vive e l’attraversa collabora attivamente per il suo sviluppo e mantenimento. La Foresta si impegna a favorire la partecipazione ad ogni livello in cui agisce, tra le persone, le organizzazioni e gruppi informali che vi aderiscono e il territorio.

Responsabilità
La Foresta si impegna a creare contesti in cui si impara a fare comunità e si promuove la cittadinanza attiva attraverso il fare in comune, il sostegno reciproco, il prendersi cura del bene comune e la presa di coscienza nei confronti di temi di attualità. È con questa responsabilità diffusa che La Foresta stimola gli attori coinvolti, singoli e non, ad agire nel rispetto dei principi della carta dei valori.

Collaborazione
La Foresta si impegna a creare le condizioni per un terreno fertile e condiviso, con il fine di favorire e supportare il dialogo e di far emergere collaborazioni e costellazioni nuove. La collaborazione e la messa in rete di conoscenze e competenze fra più soggetti, vengono viste come uno strumento privilegiato per il raggiungimento di risultati possibili, altrimenti non attuabili, senza che questo diventi un obbligo.

Orizzontalità
Nella Foresta le decisioni più importanti si prendono attraverso l’Assemblea in cerchio, strumento che intende garantire l’uguaglianza tra coloro che la abitano. L’Assemblea è un luogo dove tutti possono prendere la parola, ci si ascolta e ci si confronta al fine di raggiungere un consenso con più facilità, sviluppando idee insieme e portando avanti una progettualità condivisa.

Autonomia
La Foresta si impegna a mantenere una propria autonomia decisionale, libera dalle logiche del profitto e del mercato, dai condizionamenti economici e politici, tra coloro che la abitano e i soggetti esterni alla rete. Si sostiene attraverso una molteplicità di fonti, monetarie e non. Il potere economico dei singoli membri non determina il loro potere decisionale.

Empowerment
La Foresta agisce tramite processi di empowerment che coinvolgono i singoli cittadini, i gruppi informali e le organizzazioni appartenenti alla rete, valorizzandone peculiarità, conoscenze e abilità. Questo nella convinzione che ogni individuo abbia un potenziale da far emergere, diventando risorsa per l’intera comunità.

Equità
La Foresta è un luogo interculturale, intergenerazionale e interclasse e crede nell’equità e nell’uguaglianza quali valori fondamentali della stessa. Nel riconoscimento delle differenze e nella valorizzazione delle singolarità degli abitanti, assume tale varietà come una risorsa. Si impegna inoltre ad adottare questo principio in tutte le sue attività, anche con un’autoriflessione critica, per evitare che risulti una semplice dichiarazione d’intenti.

Ultimo aggiornamento: marzo 2019